Sicurezza

MA E’ SICURO?

Assolutamente si!

L’attività proposta è sempre attentamente calibrata sulle potenzialità e disponibilità dei partecipanti.
Una discesa di rafting sul Ticino è l’occasione ideale per avvicinare i ragazzi e, più in generale, tutte le persone all’ambiente fluviale. Il fiume Ticino scorre ormai in pianura ed ha perso da tempo l’impeto delle rapide.
L’acqua scivola lungo rive boscose e spiagge sterminate di ciotoli bianchi. Inoltre l’ausilio al galleggiamento che tutti i partecipanti indosseranno garantisce una assoluta sicurezza in ogni evenienza.
AqQua garantisce, durante tutta l’escursione, la presenza costante di guide qualificate e riconosciute dalla Federazione Italiana Rafting e professionalmente aggiornate con corsi di formazione periodici.

CHE MATERIALE FORNISCE AQQUA

In funzione dell’attività AqQua fornirà ai partecipanti tutti i materiali idonei che, generalmente, comprendono:

  • un giubbotto salvagente;
  • un casco;
  • una pagaia;
  • giacche d’acqua e muta in caso di tempo freddo o dubbio;
  • oltre ovviamente al raft.


Tutto il materiale nautico messo a disposizione dalla compagnia, risponde alle norme europee vigenti sulla sicurezza certificato dalla Federazione italiana Rafting. Inoltre tutta l’attività svolta dalla compagnia di navigazione è totalmente coperta da una polizza assicurativa che si attiva al momento stesso del nostro incontro.

COSA È NECESSARIO SI PORTINO I PARTECIPANTI?

I partecipanti devono portarsi:

  • Scarpe sportive lavabili;
  • Calze, maglietta e pantaloni comodi da indossare durante la discesa;
  • K-way (eventuali: crema solare);
  • Scarpe ed indumenti di ricambio per il dopo discesa;
  • Pranzo al sacco se si intende affrontare la giornata in fiume.

DOVE SI NAVIGA?

Il Ticino è un fiume navigabile per 110 km dal Lago Maggiore sino alla sua confluenza nel Pò al ponte della Becca, dopo Pavia. I percorsi che proponiamo e normalmente navighiamo si snodano da Magenta a Vigevano, oppure da Bereguardo (ponte delle Barche)sino a Pavia. La prima parte è una delle parti del fiume più intatte e lontane da strade e costruzioni umane. Il fiume si dirama in infiniti canali e non permette la navigazione con mezzi a motore di grossa portata garantendo silenzio e intimità con la natura. Per questo tratto ci appoggiamo alla nostra base a Vigevano. Per il secondo tratto l’ambiente naturale rimane intatto nella parte iniziale per poi inserirsi nel contesto storico quando si oltrepassa il Lido di Pavia, nostra base nautica per i tragitti del basso Ticino. A bordo dei nostri raft vedremo la cupola del Duomo di Pavia, attraverseremo il Ponte Coperto, osservati dalla Statua della Lavandaia per poi attraversare tutto Borgo Ticino dove sbarcheremo. . La difficoltà del fiume resta sempre sul primo grado ovvero, da classificazione della FIRAFT, facile.

One thought on “Sicurezza

  1. Pingback

Ma è sicuro?

Assolutamente Si !

L'attività proposta è sempre attentamente calibrata sulle potenzialità e disponibilità dei partecipanti.

Leggi

Materiale fornito

In funzione dell’attività AqQua ASD fornirà ai partecipanti tutti i materiali idonei conformi CE e regolarmente controllati.

Leggi

per partecipare

Abbiamo preparato una lista di cose necessarie che non dovranno mancare nel tuo zainetto a corredo della nostra attrezzatura.

Leggi

dove si naviga?

Il Ticino è un fiume navigabile per 40 km dal lago sino alla sua confluenza nel Pò al ponte della Becca, dopo Pavia. I percorsi che proponiamo e normalmente navighiamo...

Leggi